La congiuntivite, denominata anche “occhio rosa”, può essere fonte di gravi preoccupazioni quando la si prende per la prima volta. Provoca una sensazione di prurito e disagio, l’occhio è rosso e produce secrezioni che possono formare croste.

La sclera (la parte bianca che circonda le pupille) diventa rosso sangue o completamente rosa, da cui il nome di questo disturbo oculare. Malgrado i sintomi fisici temporanei che possono darti un aspetto inquietante, non hai motivo di preoccuparti oltre misura. Il problema tende generalmente a scomparire in poco più di una settimana.

La congiuntivite è contagiosa?

Sui social media si trovano molti commenti da parte di adolescenti e bambini che chiedono in che modo si prende la congiuntivite. La risposta è che la congiuntivite si prende molto facilmente. La tosse, gli starnuti o il contatto possono diffondere l’infezione, che può propagarsi a macchia d’olio in presenza delle giuste condizioni.

La congiuntivite quindi è una patologia contagiosa specialmente nei bambini in età scolare.

Per quanto possibile, è quindi necessario evitare il contatto con gli altri nei primi giorni successivi alla contrazione dell’infezione. Coprirsi la bocca e lavarsi più volte le mani con acqua calda e sapone può contribuire a limitarne la diffusione.

Se tu o uno dei tuoi figli avete la congiuntivite, cercate di evitare il più possibile il contatto con altre persone. È necessario astenersi dall’andare a scuola o al lavoro per le prime 36 – 48 ore dalla contrazione, che corrispondono generalmente al periodo di contagio in caso di congiuntivite di origine batterica.

Consulta il tuo medico per ulteriori informazioni, soprattutto se la condizione persiste per più di cinque giorni.

Che cos’è la congiuntivite?

Per la precisione la congiuntivite è un’infiammazione della congiuntiva, cioè della membrana trasparente che riveste l’occhio.

La congiuntivite non è sempre causata da un’infezione batterica o virale, e la distinzione tra le due forme non è sempre evidente. La congiuntivite batterica generalmente comporta la formazione di croste durante la notte causate da secrezioni abbondanti. La congiuntivite virale ha tendenza a concentrarsi in un solo occhio, mentre la forma batterica generalmente si diffonde in entrambi gli occhi. 

La forma batterica della congiuntivite può essere trattata mediante antibiotici, mentre la forma virale deve semplicemente fare il suo corso. Anche in questo caso, se non ci sono miglioramenti entro cinque giorni, rivolgiti al tuo medico.

Trattamenti della congiuntivite

Come abbiamo detto, la congiuntivite scompare generalmente da sola dopo alcuni giorni. Per fare scomparire più rapidamente la congiuntivite batterica, puoi utilizzare gocce antibiotiche, che troverai nella maggior parte delle farmacie.

Come rimedio naturale da utilizzare in casa, puoi applicare compresse di acqua tiepida sugli occhi per alleviare i sintomi. È raccomandato anche il riposo.  Evita di guardare la televisione e di condividere gli asciugamani utilizzati che rappresentano un mezzo per trasmettere rapidamente l’infezione agli altri, e tutta una  famiglia con i sintomi della congiuntivite non è una bella prospettiva. Al manifestarsi dei primi sintomi, segui i nostri consigli generali e non esitare a consultare il tuo medico di famiglia se l’infezione persiste. In poco tempo riuscirai ad eliminare questo disturbo oculare fastidioso, ma nella maggior parte dei casi innocuo.

 

 

Nulla di quanto contenuto nel presente articolo può essere interpretato come una forma di consiglio medico, né è inteso a sostituire le raccomandazioni di un oculista. Per domande di carattere specifico, consulta il tuo oculista di fiducia.

LENTI A CONTATTO

I NOSTRI PARTNERS

WhatsApp chat